Intolleranza al glutine: riconoscere i segni

Diarrea, vomito, ghiandole… i segni della celiachia, nota anche come intolleranza al glutine, differiscono nei bambini e negli adulti. Come Imparare a riconoscere le caratteristiche di questa intolleranza e  adottare una dieta senza glutine.

La celiachia è un’infiammazione comune del tratto digestivo. È innescata dal consumo di glutine, una proteina che si trova in alcuni cereali. Per trattarla, è  necessario sapere come individuare i segni di un’allergia o di un’intolleranza.

Mancanza di appetito, diarrea cronica, vomito, aumento di peso, cattivo umore… Nella sua forma “più severa”, che colpisce principalmente il bambino, la malattia celiaca è facile da diagnosticare.

Nei bambini, una diagnosi a 12 mesi di età

“L’intolleranza appare intorno all’età di un anno, poco dopo l’introduzione del glutine nella dieta, “, spiega il professor Dominique Turck, pediatra presso la CHRU di Lille. I medici intervengono quando vedono problemi di crescita. »

Intolleranza al glutine e Segni atipici negli adulti

La malattia può verificarsi in età adulta, ma “raramente nella sua forma caricatturale, con diarrea e perdita di peso, con conseguenti frequenti ritardi diagnostici”, continua il professor Jean-Frédéric Colombel, gastroenterologo presso il CHRU di Lille. Perché quando i pazienti celiaci mostrano segni digestivi (non sempre), evoca la sindrome dell’intestino irritabile.

Altri segni sono più atipici: il paziente a volte soffre di anemia, osteoporosi, piaghe, aborti ripetuti, problemi alla pelle e ai capelli, dolori articolari…

Un solo trattamento: la dieta senza glutine

Se sospettato, il medico prescrive un esame del sangue per anticorpi specifici (anti-transglutaminasi, anti-gliadina o anti-endomysium), e poi, se rilevata, una biopsia del rivestimento intestinale.

Una volta diagnosticato, il paziente deve sottoporsi a una dieta rigorosa senza glutine ed escludere dalla sua dieta tutto ciò che contiene grano, segale, orzo e avena, ma anche stare attento a fonti nascoste di glutine come birra o alcune carni macinate e certi salumi.

Celiachia: una condizione a lungo termine

In linea di principio, questa dieta dovrebbe essere seguita per tutta la vita, ma alcuni pediatri esitano ad imporre  un tale vincolo ai bambini, dal momento che “la metà dei bambini che riacquistano glutine, una volta che i loro sintomi scompaiono e il loro intestino guarito, non ricadono clinicamente”. ovviamente questo fa fatto con lo specialista che valuterà in base ai risultati e altre valutazioni…

ti potrebbe interessare anche:

come saper se sei intollerante al glutine?

Come allievare il dolore del nervo sciatico in modo naturale?

 L’origine sciatica

La schiena è paragonabile a un mucchio di piastre (le vertebre) separate da asciugamani (dischi) che impediscono loro di urtare e rompersi.

Tra due piastre / vertebre escono su ogni lato i nervi che innerver i muscoli e gli organi. Le piastre più basse sono le vertebre lombari. E ‘su di loro che pesa tutto il peso e che di solito si blocca e fa male.

Il nervo sciatico proviene da diversi rami nervosi che si trovano nella colonna vertebrale alle radici delle ultime due vertebre lombari (L4 e L5). Continua la sua strada nei glutei, poi verso la parte posteriore della gamba e del ginocchio.

È il nervo più lungo negli esseri umani e quello con il diametro più grande. Non è quindi sorprendente che questo sia spesso il problema.

Come risultato di uno sforzo, il trauma può verificarsi quando una piastra viene spostata, che non è più nell’asse della pila. È lì che il nervo sciatico si blocca.

Una contrattura si svilupperà in questa dolorosa regione. Il minimo movimento del bacino o delle gambe ti fa urlare. Il dolore sembra scosse elettriche e ustioni. Si può essere ridotto a muoversi a quattro zampe per andare in bagno.

Dopo la fase del dolore arriva la fase di insensibilità locale. Una carezza sulla pelle non è più sentita, o come filtrata attraverso una scatola di cartone. Il riflesso del martello sul ginocchio scompare.

Se il nervo è danneggiato al centro, cioè nella parte motoria, è paralisi, parziale o totale. La gamba non risponde. Gli ordini cerebrali non arrivano più a destinazione. Poi tutto questo viene lentamente ripristinato a partire dalle capacità motorie. Il ripristino della sensibilità può richiedere fino a un anno.

L’osteopata, il tuo salvatore

L’uomo nella situazione che si occupa di sciatica è l’osteopata. Se c’è qualcuno che può fare qualcosa, è lui. Individua la vertebra che ha saltato che schiaccia il nervo sciatico e la rimette in posizione, liberando il nervo e spianando la strada alla guarigione. L’osteopata deve essere competente, altrimenti farà più male che bene.

L’agopuntura è anche nel suo campo di scelta (dolore). Alcune persone sono sollevate in una sola seduta.

Caldo e freddo sulla sciatica

Molti siti web di salute raccomandano bagni caldi, soprattutto caldi, contro sciatica.

Immergersi nei bagni caldi può dare un sollievo locale momentaneo  ma poi aggravare la situazione.

Al contrario, le confezioni di ghiaccio hanno un effetto anestetico più sicuro e più durevole. Procedere in applicazioni di 20 minuti, ogni due ore.

Esercizi fisici e yoga

si consiglia la massima cautela con gli esercizi che dovrebbero “rilassare”  compreso lo yoga.

Quando il nervo sciatico è bloccato e infiammato, l’ultima cosa da fare è sollecitarlo.

Sul posto, si può sentire sollievo dopo il riscaldamento. Ma sarà causato principalmente dalla produzione di endorfine, ormoni che fanno addormentare il dolore e che secretiamo naturalmente non appena iniziamo uno sforzo fisico. Dopo l’esercizio, i dolori sciatici torneranno ancora più forti.

Al contrario, l’importante è muovere la schiena il meno possibile. Devi guarire la tua postura mantenendo sempre la schiena perfettamente dritta, seduto alla scrivania, al tavolo e anche in macchina, possibilmente indossando una cintura .

Ci sono, tuttavia, tre esercizi che puoi praticare con molta attenzione evitando di inclinare il bacino in avanti e mantenendo la schiena dritta:

Basta salire su un gradino o piattaforma con la gamba che non fa male, e lasciare  la gamba dolorosa appendere nel vuoto. Fai una cinquantina di movimenti avanti e indietro con la gamba dolorosa, parallela al camminare.

Questo esercizio allevia il dolore. Stimola la circolazione sanguigna, rafforza i muscoli della schiena e migliora la mobilità.

Puoi anche sdraiarti sulla schiena, le gambe tese e molto delicatamente, ricevendo aiuto da qualcuno, sollevando la gamba dolorosa e incrociandola sull’altra gamba.

Infine, sdraiato sulla schiena, le gambe piegate, prendere le ginocchia con le mani e salire sullo stomaco più in alto possibile (senza che faccia male). Espirare allo stesso tempo… Per fare una dozzina di volte, se avete il coraggio 2 o 3 volte al giorno.

Qualche suggerimenti
La tua sciatica è stata certamente causata da un carico troppo pesante da sollevare, da un falso movimento, dall’abitudine di una cattiva posizione seduta … ci possono essere molte ragioni per il mal di schiena. si stima che 80% delle persone soffrirebbero di mal di schiena nel loro ciclo di vita. Ma devi soffrire il mal di schiena e arrendertiDormire
Sciatica è una malattia “insonne”: i suoi dolori ti svegliano di notte e possono impedirti di dormire completamente. Questo è un fattore aggravante perché l’esaurimento provoca tensioni nervose che aumenteranno l’infiammazione. È quindi necessario togliere l’intero arsenale dai mezzi naturali per promuovere il sonno profondo. L’obiettivo è quello di impedire di entrare in una spirale diabolica di esaurimento.
Piante e oli
Molte piante combattono il dolore e l’infiammazione naturalmente. Sono disponibili sotto forma di capsule, unguenti, oli, ecc… e possono naturalmente essere bevute in tè alle erbe o decozione. Si Raccomanda in particolare massaggi con oli essenziali di arnica e gaultheria, o con olio di camomilla come  antidolorifico antinfiammatorio e naturale, arpagophytum sotto forma di capsule.
Massaggi
sono praticati con oli essenziali di cui sopra. Massaggio tissutale profondo e terapia trigger-point hanno mostrato i loro effetti benefici sugli spasmi muscolari, dolore e intorpidimento delle gambe e dei piedi. Contro le contrazioni dolorose del polpaccio, stare davanti alla vasca da bagno e premere la gamba dolorosa contro la sporgenza arrotondata. Massaggiare la schiena e i lati della
Soprattutto, non disperate quando siete colpiti da sciatica.90% dei casi finiscono spontaneamente risolti. È molto difficile, lascia ricordi terribili, ma è questione di settimane, al massimo qualche mese. La difficoltà principale è quella di gestire la tua vita e gli obblighi, soprattutto se sei in un commercio  o lavoro manuale fisicamente impegnativo.

ti potrebbe interessare:

Intolleranze che nessuno sospetta e che Ci fanno stare male

Il taglio di capelli che si adatta a tutte le donne, indipendentemente dalla loro età e dal tipo di capelli

Vuoi tagliare i capelli e scegliere un taglio senza tempo che ti migliorerà e terrai per un  lungo tempo? Ci sono così tante tendenze acconciature che a volte può essere difficile da capire quale ci andrebbe davvero.

Se stai cercando un taglio di capelli che si adatti a tutte le donne, indipendentemente dall’età, dai volti e dai tipi di capelli.

Questo taglio di capelli perfetto esiste, e secondo Larry King, il famoso parrucchiere è il taglio a caschetto.

Secondo questo parrucchiere professionista, il taglio acaschetto è l’acconciatura senza tempo per eccellenza che si adatta a tutti i tipi di capelli, può adattarsi a tutte le morfologie facciali e può andare sia a una bambina di tre anni che a una donna di 99 anni.

Il taglio a caschetto è anche molto facile da personalizzare secondo i vostri desideri e stile dal momento che si può indossare corto, lungo o con tuffo, con una frangia o senza e su capelli lisci, wavy o ondulati.

Un buon modo per rinnovare il tuo stile regolarmente e all’infinito senza cambiare il tuo taglio!

lo sapevi che il tipo di Utensili da cucina può impattare sulla tua salute?

Può sembrare non rilevante ma il tipo di utensili da cucina che usi può anche avere un effetto sulla tua salute.

Per proteggere tutta la famiglia, optare per coltelli in ceramica, soprattutto per i prodotti che si ossidano (verdure, frutta, carne). Non mettere la ceramica a contatto con il formaggio, a causa della sua tendenza ad attaccare.

Scegli anche padelle   in ceramica o altri materiali inerti. Le superfici antiaderenti contengono perfluoro-alchiliche (PFAS), che sono probabili cancerogeni. Uno studio europeo ha studiato a fondo le origini delle sostanze perfluoro-alchiliche (PFAS) nell’alimentazione umana, e la loro diffusione attraverso la catena alimentare.

Quando sono riscaldati, rilasciano acido perfluoro-ottico, legato alla malattia della tiroide, infertilità, e danni agli organi. Le tossine pericolose vengono prodotte dopo soli due o cinque minuti di riscaldamento.

Inox, le pentole in alluminio e rame hanno anche i loro inconvenienti, con conseguente esposizione tossica.

Le ceramiche, fatte solo di terra e acqua, non rilasciano gas o odori, anche riscaldati a temperature molto elevate.

Usa i vasi di vetro, terracotta o porcellana per conservare il tuo cibo. Le materie plastiche, in particolare le plastiche morbide, possono contenere ftalati, bisfenolo-A e bisfenolo, PVC e stirene, che sono interferenti endocrini.

Tutte le materie plastiche sono potenzialmente pericolose per la salute e si consiglia  evitarle, soprattutto se si hanno bambini. Il vetro è completamente inerte e può essere riutilizzato all’infinito finché non è rotto (in tal caso, può essere riciclato).   

ti potrebbe interessare:

Intolleranze che nessuno sospetta e che Ci fanno stare male

Fonti: https://cordis.europa.eu/it

Informazioni relative al progetto e sito web del progetto

Ministero della salute – pdf-ftalati

Grassi sani quali oli da cucina usare in cucina per la nostra salute?

Oli da cucina per la salute

  • Olio d’oliva: Contiene acidi grassi che aiutano a limitare il rischio di malattie cardiache. È anche un ottimo olio da cucina, contrariamente a quanto di solito viene detto. Attenzione, tuttavia, agli oli d’oliva adulterati o falsificati. È meglio controllare attentamente la provenienza o procurarsela da un piccolo produttore di fiducia.
  • Olio di colza e olio di semi di lino: da mescolare per le medicazioni. Ricchi di omega-3 raccomandiamo di non cucinare l’olio di colza e l’olio di lino, gli omega-3 verrebbero distrutti dal calore: si ossidano e si trasformano in prodotti tossici).
  • Olio di cocco: è un buon olio da cucina perché è stabile ad alte temperature. Il suo punto di fumo è a 177 gradi Celsius, il che significa che non produce composti tossici fino ad allora (l’olio di colza e girasole fuma già a 107 gradi, olio di mais a 160 gradi, olio d’oliva a 191 gradi). È un’ottima fonte di energia, grazie ai suoi trigliceridi a catena media (TCM). Questi TMC sono digeriti e convertiti dal fegato in energia per l’uso immediato….

Grassi sani per la nutrizioni

Ruolo dei grassi nel nostro organismo

Carburante cerebrale e muscolare, il grasso è la materia prima utilizzata per per produrre ormoni e per quanto riguarda le pareti delle nostre cellule, il grasso è sicuramente essemziale.

Per un buon equilibrio nutrizionale, circa il 35% delle calorie fornite dalla nostra dieta dovrebbe provenire dal grasso. Abbiamo bisogno della loro energia per andare avanti i grassi quindi  fanno parte dei costituenti principali del corpo… Con una densità di 9 kcal, leggermente più del doppio di quella del glucosio, i grassi dietetici rappresentano prima di tutto un jackpot energetico. Il corpo ne ha bisogno per mantenere la sua temperatura. I muscoli traggono carburante da sforzi prolungati nei lipidi che il corpo amagazzina nel suo tessuto adiposo.

Poi, a livello nutrizionale, gli alimenti grassi, come il tuorlo d’uovo, carni, pesce grasso , fegato di pesce, burro, margarine e oli sono vettori essenziali per fornirci vitamine A, D ed E, vitamine chiamate “liposolubili” perché sono immagazzinate nei grassi. Queste Vitamine sono essenziali per la vista, la pelle, la crescita ossea. I grassi costituiscono il 20% della massa corporea negli uomini e il 25% nelle donne.

Il consummo di omega-3 e omega-6 trovati nel pesce grasso, soia, olio di arachidi, olio di semi di girasole, olio di mais… Acidi grassi che hanno anche un effetto antinfiammatorio sul sistema cardiovascolare.

In conclusione, devi integrare i grassi nella tua dieta Ma non in qualsiasi modo. L’assunzione raccomandata del 35% di grassi non deve essere eccessiva negli acidi grassi saturi (non più del 10%). Deve inoltre essere integrato con un consumo adeguato di frutta e verdura per le loro fibre e vitamine per una dieta più equilibrata.

ti potrebbe interessare:

Intolleranze che nessuno sospetta e che Ci fanno stare male

Intolleranze che nessuno sospetta e che Ci fanno stare male

Il nostro corpo ci invia segnali quando non sopporta un cibo o una sostanza. La difficoltà è quella di determinare da dove provengono questi segni. Perché siamo tutti diversi: ciò che è buono per alcuni non è necessariamente buono per gli altri.

Le intolleranze al glutine o al lattosio sono le più note. Ma ciò che è meno noto è che si può essere intolleranti alla maggior parte delle sostanze intorno a noi.Un alimento, un profumo, un indumento, un prodotto per la pulizia, il metallo del tuo braccialetto e via discorrendo.

Ecco cosa succede nel tuo corpo quando sei intollerante

Alcuni prodotti assunti spingono ad una risposta immunitaria nel nostro corpo. Il tuo corpo sembra essere attaccato. Per difendersi, produce quindi grandi quantità di anticorpi, IgG (immunoglobulinG).

Questa reazione provoca infiammazione e danni alla parte interessata: intestino, pelle, sistema respiratorio…

Questa infiammazione provoca arrossamento sulla pelle, gonfiore o difficoltà respiratorie. E se non fai qualcosa, potrebbe diffondersi in tutto il corpo…

Intervenire prima di avere un diabete, cancro o infarto

i ricercatori sono categorici: L’infiammazione cronica è il nemico numero uno nella lotta contro le malattie di nostra civiltà.

Ad esempio, l’infiammazione cronica è nota per:

Uno dei principali fattori negli attacchi di cuore e VAS secondo la prestigiosa American Heart Association l’infiammazione eccessiva promuove la formazione di placca nelle arterie che causano coaguli.

aumentare il rischio di diabete di tipo 2i mediatori dell’infiammazione (proteina C-reattiva, interleucina-6) interferirebbero con l’insulina e impediscono alle cellule di assorbire il glucosio.

Correlato allo sviluppo di alcuni tumori: lo stato infiammatorio cronico protegge le cellule tumorali rilasciando radicali liberi.

Distruggerebbe le articolazioni nell’artrite reumatoide.Potrebbe aumentare il rischio di tutti i tipi di demenza, gli scienziati del San Francisco Medical Center.

come gestire lo stress lavorativo

secondo L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA)  lo stress sul posto di lavoro è definito come uno “squilibrio tra la percezione di una persona dei vincoli impostigli dall’ambiente e la percezione che ha di sé e le risorse per affrontarli. Da questa discrepanza, nasce una sensazione di malessere che, nel tempo, può avere un impatto reale sulla salute e portare all’esaurimento professionale. È quindi importante individuare i fattori di stress presenti nell’ambiente professionale, ma anche sviluppare strategie per alleviare questa tensione.

Differenza tra pressione e stress

Questi due concetti devono essere chiaramente distinti. La pressione è, che ci piaccia o no, uno dei parametri consostanziali per molte professioni. Tuttavia, se si manifesta acutamente in certe occasioni, come ad esempio, quando dobbiamo parlare in pubblico o lavorare molto  in periodi di tempo molto brevi per raggiungere certi obbiettivi per poi tornare in situazione emotive piu tranquille, è quindi soprattutto un fenomeno ogni un tantum. Quando invece quella  pressione perdura nel nel tempo, trasformandosi in stress e costringendo il corpo a mantenere uno stato di mobilitazione generale delle sue risorse per portare il nostro corpo all’esaurimento.

Diversi fattori di stress sul lavoro

Sul posto di lavoro, le condizioni che promuovono uno stato di stress costante possono provenire da diversi aspetti dell’attività. Va anche tenuto presente che, di fronte alla stessa situazione, non tutti gli individui, a causa della loro personalità e delle loro storie, sono capaci della stessa resistenza.

I fattori di stress più comuni al lavoro sono i seguenti:

  • La cosi detta gara di prestazioni che incoraggia la concorrenza piuttosto che l’emulazione.
  • Il carico di lavoro quando è eccessivo dato il tempo concesso per eseguirlo.
  • La frammentazione delle attività che spesso impedisce la soddisfazione di completare un processo fino alla fine.
  • Tecniche manageriali che si concentrano sulle esigenze dell’azienda piuttosto che su quelle dei dipendenti.
  • La mancanza di riconoscimento soprattutto proveniente da organi gerarchici.
  • Il clima sociale violento, sia nei rapporti all’interno dell’azienda che verso il pubblico.

Soluzioni per ritrovare uno spirito sereno

Per combattere lo stress, bisogna prima praticare la sdrammatizzazione della vita quotidiana professionale. Infatti, imparando a relativizzare, ad esempio, le ingiunzioni di tempo o di prestazioni, diventa anche più facile staccarsi da esse, fare un passo indietro e poter rifiutare una missione quando rappresenta oggettivamente un sovraccarico di lavoro Importante. Vedere uno psicoterapeuta può anche aiutare i dipendenti in grande difficoltà psicologica.

Inoltre, lo stress può essere incanalato e alleviato attraverso attività esterne all’azienda. Può essere uno sport, al fine di liberare il corpo dalle tensioni accumulate durante il giorno, ma anche attività più creative come la pittura, la scrittura o la pratica di uno strumento musicale. L’obiettivo è che tutti trovino il modo di raggiungere e sentirsi rafforzati attraverso i loro successi.

noglu.it tutti i diritti riservati

Malattia celiaca nelle donne: Causa di Aborto Spontaneo e Parto Prematuro?

malattia celiaca gravidenza arischioSenza cadere nella tendenza di dichiarasi ‘ allergico al glutine ‘, è essenziale per citare uno studio condotto negli stati uniti che collega la malattia celiaca a una recrudescenza di aborto spontaneo e nascite pre-termine. Già identificato come causa della sterilità, la malattia celiaca merita che si facciano dei test prima del concepimento o all’inizio della gravidanza .

Leggi tutto “Malattia celiaca nelle donne: Causa di Aborto Spontaneo e Parto Prematuro?”