come gestire lo stress lavorativo

secondo L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA)  lo stress sul posto di lavoro è definito come uno “squilibrio tra la percezione di una persona dei vincoli impostigli dall’ambiente e la percezione che ha di sé e le risorse per affrontarli. Da questa discrepanza, nasce una sensazione di malessere che, nel tempo, può avere un impatto reale sulla salute e portare all’esaurimento professionale. È quindi importante individuare i fattori di stress presenti nell’ambiente professionale, ma anche sviluppare strategie per alleviare questa tensione.

Differenza tra pressione e stress

Questi due concetti devono essere chiaramente distinti. La pressione è, che ci piaccia o no, uno dei parametri consostanziali per molte professioni. Tuttavia, se si manifesta acutamente in certe occasioni, come ad esempio, quando dobbiamo parlare in pubblico o lavorare molto  in periodi di tempo molto brevi per raggiungere certi obbiettivi per poi tornare in situazione emotive piu tranquille, è quindi soprattutto un fenomeno ogni un tantum. Quando invece quella  pressione perdura nel nel tempo, trasformandosi in stress e costringendo il corpo a mantenere uno stato di mobilitazione generale delle sue risorse per portare il nostro corpo all’esaurimento.

Diversi fattori di stress sul lavoro

Sul posto di lavoro, le condizioni che promuovono uno stato di stress costante possono provenire da diversi aspetti dell’attività. Va anche tenuto presente che, di fronte alla stessa situazione, non tutti gli individui, a causa della loro personalità e delle loro storie, sono capaci della stessa resistenza.

I fattori di stress più comuni al lavoro sono i seguenti:

  • La cosi detta gara di prestazioni che incoraggia la concorrenza piuttosto che l’emulazione.
  • Il carico di lavoro quando è eccessivo dato il tempo concesso per eseguirlo.
  • La frammentazione delle attività che spesso impedisce la soddisfazione di completare un processo fino alla fine.
  • Tecniche manageriali che si concentrano sulle esigenze dell’azienda piuttosto che su quelle dei dipendenti.
  • La mancanza di riconoscimento soprattutto proveniente da organi gerarchici.
  • Il clima sociale violento, sia nei rapporti all’interno dell’azienda che verso il pubblico.

Soluzioni per ritrovare uno spirito sereno

Per combattere lo stress, bisogna prima praticare la sdrammatizzazione della vita quotidiana professionale. Infatti, imparando a relativizzare, ad esempio, le ingiunzioni di tempo o di prestazioni, diventa anche più facile staccarsi da esse, fare un passo indietro e poter rifiutare una missione quando rappresenta oggettivamente un sovraccarico di lavoro Importante. Vedere uno psicoterapeuta può anche aiutare i dipendenti in grande difficoltà psicologica.

Inoltre, lo stress può essere incanalato e alleviato attraverso attività esterne all’azienda. Può essere uno sport, al fine di liberare il corpo dalle tensioni accumulate durante il giorno, ma anche attività più creative come la pittura, la scrittura o la pratica di uno strumento musicale. L’obiettivo è che tutti trovino il modo di raggiungere e sentirsi rafforzati attraverso i loro successi.

noglu.it tutti i diritti riservati

Malattia celiaca nelle donne: Causa di Aborto Spontaneo e Parto Prematuro?

malattia celiaca gravidenza arischioSenza cadere nella tendenza di dichiarasi ‘ allergico al glutine ‘, è essenziale per citare uno studio condotto negli stati uniti che collega la malattia celiaca a una recrudescenza di aborto spontaneo e nascite pre-termine. Già identificato come causa della sterilità, la malattia celiaca merita che si facciano dei test prima del concepimento o all’inizio della gravidanza .

Leggi tutto “Malattia celiaca nelle donne: Causa di Aborto Spontaneo e Parto Prematuro?”

La Sauna Ridurrebbe il Rischio di Ictus

sauna ridurebbe il rischio di ictusAndare alla sauna più volte a settimana sarebbe abbastanza buono per la salute, in quanto ridurrebbe il rischio di ictus. Questo è ciò che emerge da uno studio scientifico finlandese.
È prestato 1001 virtù, ma è anche sconsigliato a persone affette da gambe pesanti, a rischio di flebite o anche avere problemi di cuore (stenosi aortica, ipotensione…).

Leggi tutto “La Sauna Ridurrebbe il Rischio di Ictus”

Realtà virtuale per curare le fobie

casco realtà virtule per curare le fobieCirca il 10% della popolazione è colpito da una fobia: si può ad esempio trattare della paura del vuoto, dell’aeroplano, dei luoghi chiusi, delle folle, dei ragni e di molte altre cose. In questo caso, i medici praticano essenzialmente le terapie comportamentali cognitive per insegnare al paziente fobico come affrontare le ansie nella situazione di cui hanno paura. I pazienti devono quindi affrontare la loro paura, al fine di capirle, abituarsi ed essere in grado di controllare le loro ansie.

Leggi tutto “Realtà virtuale per curare le fobie”

la quinoa 3 buone ragioni per consumarla

La quinoa è energica, ricca di potassio e calcio

Con 380 kcal a 100 g e 6,9 g di carboidrati complessi, quinoa porta tanta energia come riso, pasta… Questa energia è utile in inverno per ricaricare le batterie. Il suo indice glicemico è basso: 35, il che è molto interessante.

Quinoa è ricca di potassio. Esso porta 740 mg ogni 100 g, questo rappresenta più di un terzo delle esigenze quotidiane in questo minerale indispensabile per regolare la pressione arteriosa e gli impulsi nervosi.

Quinoa fornisce calcio. Con 60 mg ogni 100 g, riempie 7-8% delle necessità quotidiane. Questo è utile per le persone che consumano poco o nessun latticini.

Ricca di proteine e senza glutine, la quinoa è un piccolo seme che è diventato molto trendy, consentendo di cambiare il riso e la pasta. Senza glutine, può essere consumato da persone che sono intolleranti o affetti da celiachia.

la Quinoa si cuocce come un cereale, ma ha altri punti di forza che lo rendono un alimento interessante per i vegetariani, tra gli altri.

È senza glutine e può quindi essere consumata da persone intolleranti o affette da celiachia.

Quinoa bilancia pasti vegetariani

la Quinoa fornisce molti elementi utili per le persone in modo particolare porta una quantità interessante di proteine (15 g a 100 g), più che i cereali come il riso, il frumento. Queste proteine aiutano a mantenere la massa muscolare.

la quinoa fornisce anche gli otto amminoacidi essenziali per gli adulti, che non è il caso di cereali come il riso, mais, frumento, che invece devono essere accoppiati con legumi.

Inoltre porta 9 g di ferro per 100 g. anche se è ferro non-eme, meno ben assorbito dal corpo di quello della carne, è utile per i globuli rossi per combattere l’anemia. Per promuovere il suo assorbimento, è sufficiente mangiare, durante lo stesso pasto, un alimento ricco di vitamina C come agrumi, il kiwi.

Quinoa aiuta a controllare i livelli di colesterolo

La quinoa è bassa in lipidi, contiene 1,2 g a 100 g, ed è ricca di fibre. Questi sono utili per prevenire le malattie cardiovascolari, in quanto promuovono la regolazione del colesterolo, contribuendo all’escrezione dei grassi.