Intolleranza al glutine: riconoscere i segni

Diarrea, vomito, ghiandole… i segni della celiachia, nota anche come intolleranza al glutine, differiscono nei bambini e negli adulti. Come Imparare a riconoscere le caratteristiche di questa intolleranza e  adottare una dieta senza glutine.

La celiachia è un’infiammazione comune del tratto digestivo. È innescata dal consumo di glutine, una proteina che si trova in alcuni cereali. Per trattarla, è  necessario sapere come individuare i segni di un’allergia o di un’intolleranza.

Mancanza di appetito, diarrea cronica, vomito, aumento di peso, cattivo umore… Nella sua forma “più severa”, che colpisce principalmente il bambino, la malattia celiaca è facile da diagnosticare.

Nei bambini, una diagnosi a 12 mesi di età

“L’intolleranza appare intorno all’età di un anno, poco dopo l’introduzione del glutine nella dieta, “, spiega il professor Dominique Turck, pediatra presso la CHRU di Lille. I medici intervengono quando vedono problemi di crescita. »

Intolleranza al glutine e Segni atipici negli adulti

La malattia può verificarsi in età adulta, ma “raramente nella sua forma caricatturale, con diarrea e perdita di peso, con conseguenti frequenti ritardi diagnostici”, continua il professor Jean-Frédéric Colombel, gastroenterologo presso il CHRU di Lille. Perché quando i pazienti celiaci mostrano segni digestivi (non sempre), evoca la sindrome dell’intestino irritabile.

Altri segni sono più atipici: il paziente a volte soffre di anemia, osteoporosi, piaghe, aborti ripetuti, problemi alla pelle e ai capelli, dolori articolari…

Un solo trattamento: la dieta senza glutine

Se sospettato, il medico prescrive un esame del sangue per anticorpi specifici (anti-transglutaminasi, anti-gliadina o anti-endomysium), e poi, se rilevata, una biopsia del rivestimento intestinale.

Una volta diagnosticato, il paziente deve sottoporsi a una dieta rigorosa senza glutine ed escludere dalla sua dieta tutto ciò che contiene grano, segale, orzo e avena, ma anche stare attento a fonti nascoste di glutine come birra o alcune carni macinate e certi salumi.

Celiachia: una condizione a lungo termine

In linea di principio, questa dieta dovrebbe essere seguita per tutta la vita, ma alcuni pediatri esitano ad imporre  un tale vincolo ai bambini, dal momento che “la metà dei bambini che riacquistano glutine, una volta che i loro sintomi scompaiono e il loro intestino guarito, non ricadono clinicamente”. ovviamente questo fa fatto con lo specialista che valuterà in base ai risultati e altre valutazioni…

ti potrebbe interessare anche:

come saper se sei intollerante al glutine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *