dieta a base di Fibre: quali alimenti per perdere peso dal basso?

uomo obeso con il ciboper perdere peso dal basso, si deve puntare da una parte  su alimenti che influenzano le secrezioni ormonali e, d’altra parte, giocare sulla qualità del dimagrimento.

Per ridurre il grasso della pancia , si deve puntare sulle sostanze nutrienti che aiutano ad aspirare l’acqua e il grasso localizzati nella parte bassa del corpo. La dieta a base di fibre proposta è costituita in  parte da fibre e probiotici e promuove una riduzione del consumo di sale.

L’importanza di alimenti ricchi in  fibre sul mio piatto

eccesso di grasso nella parte inferiore del corpo? Non sei un caso isolato! Questa distribuzione di grassi nota come “ginoide” colpisce la maggior parte delle donne, perché è in gran parte genetica e strettamente correlata alle secrezioni ormonali. La buona notizia è che, a differenza di un androide-come silhouette-dove grumi di grasso si accumulano nella parte superiore del corpo-questa distribuzione ginoide di grassi è solo sgradevole e presenta poco rischio (soprattutto cardiovascolare). Per la salute.

“per perdere peso dal basso, si deve puntare da una parte  su alimenti che influenzano le secrezioni ormonali e, d’altra parte, giocare sulla qualità del dimagrimento”. Ma non è tutto: aumentando la sua razione di fibre, digeriamo ed eliminiamo meglio, soprattutto se sono associati con l’assunzione di probiotici, una diminuzione del consumo di sale e l’attività fisica mirata. Questo programma proposto dal nutrizionista Jean-Michel Cohen è ipocalorico (1 200 calorie al giorno).

Le Fibre sono un alleato di peso nel processo di dimagrimento

Le fibre sono sostanze non digerite di origine vegetale: solubili, come la pectina o mucillagini (soprattutto in frutta e verdura), hanno la capacità di assorbire un sacco di acqua e di formare un gel che ispessisce il contenuto dello stomaco e ritarda il suo Passaggio attraverso l’intestino; Insolubile, come la cellulosa o emicellulose (in particolare nei prodotti a cereali completi), migliora il transito intestinale.

Qualunque sia la loro natura, tutte le fibre sono alleati per il dimagrimento rallentano l’assorbimento intestinale dei lipidi, e soprattutto i carboidrati, e quindi abbassano il picco di glucosio nel sangue postprandiale che promuove l’accumulo di grassi. È grazie a quest’ultima proprietà che contribuiscono anche a riequilibrare le secrezioni ormonali – meno estrogeni, più progesterone – armonizzando così la distribuzione corporea delle riserve adipose.

prevvedere fibre per ogni pasto

In pratica, consumare più fibre ogni giorno. Ogni pasto deve avere verdure crude e/o cotte fresche e/o secche e/o frutta, e scambiare amidi e cereali raffinati contro le loro controparti complete. Se si dispone di intestini fragili, alternare il crudo e il cotto e le fonti di fibre (prodotti completi, frutta e verdura…), masticare accuratamente il cibo in modo da macinare bene e idratare abbastanza per facilitare la loro azione.

In quali alimenti per trovare fibra?

Questi livelli di fibre sono calcolati per 100 g di alimenti.

Prodotti a cereali

Cereali per la colazione al suono 29 g

Fiocchi d’avena 10 g

Farina integrale 9 g

Riso integrale (CRU) 8 g

Biscotti per cereali 7,5 g

Frumento cotto 7 g

Pasta completa (cruda) 6,5 g

Pane di segale 5,5 g

Pane integrale 5,3 g

Muesli fiocchi senza zuccheri aggiunti 4,4 g

Frutta e verdura secche

Noce di cocco asciutto 17 g

Mandorle 15 g

Prugne secche 16 g

Fichi secchi 11 g

Fagioli 7,8 g

Lenticchie verdi cotte 7,5 g

Fagioli rossi o bianchi cotti 6,1 g

 

Frutta e verdura fresche

Carciofo cotto 9,4 g

Avvocato 8,5 g

Uva spina 8,2 g

Salsefica in scatola 8 g

Lamponi 6,7 g

Piselli freschi cotti 6,1 g

Kale 3,8 g

Finocchio 3,6 g

Broccolo 3 G

Mango 3 G

Mela 2,1 g

 

Una cura per i probiotici per rafforzare la sua flora intestinale

I probiotici sono batteri amichevoli, microrganismi viventi che popolano la flora intestinale. Ci sono molti diversi tipi di numeri, in quanto vi sono 400 a 600 famiglie tra cui bifidobatteri, lattobacilli e Caséi. Tutti sono naturalmente presenti negli alimenti che hanno subito la fermentazione: yogurt e latte fermentato, formaggi…

 

Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che questi batteri giocano un ruolo non solo sulla digestione, ma anche sul metabolismo. Riducendo gonfiore, diarrea e costipazione, possono effettivamente contribuire a ritrovare una pancia piatta. Ma non è tutto: due recenti studi, pubblicati in Giappone e negli Stati Uniti, hanno dimostrato che, migliorando la qualità della digestione, modificano l’assorbimento di alcuni nutrienti (soprattutto i grassi) hanno un impatto positivo sul peso, Secondo un meccanismo ancora sconosciuto.

 

Uno yogurt nel bifidus ogni giorno

In pratica, una volta al giorno, per rafforzare la vostra flora intestinale, consumare uno yogurt in bifidus, Lactobacillus-casei o equivalente. Siate vigili perché la maggior parte di questi prodotti sono fatti da latte intero, e le ricette bifidus per frutta o cereali sono molto dolci. Preferire prodotti naturali e 0% mg.

Ridurre  il sale per limitare la ritenzione idrica

Il sale è presente ovunque nei nostri piatti, dove viene utilizzato soprattutto per la sua capacità di dare più sapore al cibo. Si trova naturalmente in un gran numero di alimenti come frutta e verdura, pesce, crostacei, crostacei e alghe, uova, acque minerali e gassose (sotto forma di bicarbonato di sodio)…, ma soprattutto nel Quasi tutti i prodotti dell’industria alimentare: zuppe, piatti preparati, cereali per la prima colazione…

La preoccupazione è che in eccesso non si mescola bene con la silhouette! Infatti, non solo spinge a mangiare di più affilando l’appetito, ma in aggiunta promuove la ritenzione di acqua nei tessuti, soprattutto a livello del corpo inferiore, e porta alla comparsa di una pelle arancione.

 

In pratica, salare meno cibo: assaggiare prima del condimento e utilizzare in modo moderato le spezie. Quindi, ridurre il cibo al gusto saporito: evitare salumi, formaggi, acqua salata, acque gassata… Infine, selezionare i prodotti trattati: bandire tutti prodotti  di cui il tenore supera 1 g di sale per porzione (o 400 mg di sodio).

 

noglu.it tutti diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *