La Dieta a Base di Fibre: i Pro e i Contro

dieta a base di fibreUna buona dieta è quindi un comportamento alimentare che ci vuole bene, rispetta la nostra salute, la nostra vita sociale, e riconcilia con la nozione di piacere.


La dieta a base di fibre, apparsa negli anni 1960 negli Stati Uniti, promette una rapida perdita di peso senza essere affamato. Da qui il suo successo immediato. Ma è davvero questa dieta miracolosa? Vantaggi e svantaggi.

La dieta a base di fibre raccomanda un consumo di 35 a 50 grammi di fibre al giorno, che è superiore alle esigenze quotidiane raccomandate (25 grammi in media).

Si tratta di una dieta ipocalorica, che limita in particolare l’assunzione di grassi e zuccheri semplici: non ammette quindi i salumi, formaggi… Questi requisiti vengono tradotti giornalmente da una dieta particolarmente ricca di ortaggi (spinaci, piselli, avocado, carciofi…), frutta (mora, kiwi, mela, prugna…) cereali completi, pane integrale, ortaggi secchi (fagioli secchi, lenticchie, piselli …), semi oleosi (noci, nocciole, olive, mandorle…). I seguaci preparano e consumano anche un supplemento chiamato “fibra +“, a base di crusca, cereali e frutta secca.

Se non siete abituati a mangiare molte fibre, si consiglia di aumentare gradualmente il consumo di fibre all’inizio della dieta. Similmente, quando la perdita di peso è raggiunta, è suggerito  riportarlo alle quantità giornaliere suggerite.

I benefici della dieta a base di fibre
La dieta a base di fibre richiede il consumo di frutta, verdura e amidi completi, il cui valore nutrizionale non è più da dimostrare. Le fibre facilitano il transito intestinale, è  consigliato  un consumo di almeno  25 grammi di fibre al giorno.Le fibre accelerano la sensazione di sazietà, aumentando il volume nello stomaco.

Gli svantaggi della dieta a base di fibre
La dieta a base di fibre non può essere indicata a lungo termine: un eccessivo consumo di fibre finisce per distruggere il sistema digerente ed espone a gonfiore, diarrea, dolore intestinale…
Seguendo troppo lungo, la dieta a base di  fibre  può condurre alla sindrome dell’intestino  irritable. Questo disturbo cronico provoca  dolore, diarrea o costipazione. Nota: questo schema è formalmente controindicato per le persone affette da problemi intestinali.
-Questa dieta  rimane ipocalorica, e riduce il consumo di alcune famiglie di alimenti, ricchi di zuccheri grassi e semplici. Le persone che lo adottano sono quindi suscettibili di sentirsi frustrato, e alla fine possono avere delle  ricadute.

E a lungo termine che cosa diventa il vostro peso?

La dieta di fibre, come la maggior parte delle diete per la perdita di peso dette miracolosi, si inserisce con il desiderio, condiviso dalla maggior parte delle persone che fanno la dieta   di fare una tabula rasa del passato, di “rivoluzionare” la loro dieta e, rendere più leggera la sua vita e il suo peso. Questo può spiegare in parte il suo successo in tempi brevi… e il suo fallimento a lungo termine.

Recupero del peso inevitabile
Se la dieta a base di fibre provoca una rapida perdita di peso, il recupero è inevitabile. “tutti abbiamo un particolare comportamento dietetico, che è una parte della nostra identità”. Il successo di un piano alimentare per dimagrire nel tempo è condizionato dal riconoscimento del nostro comportamento dietetico. Quindi questo comportamento dietetico è la parte che subisce  il minor cambiamento possibile nelle abitudini alimentari e bisogna sempre prenderlo in considerazione per riuscire qualsiasi dieta.

Basta trovare il ritmo che gli si addice, senza cercare di negare le abitudini profondamente radicate. Una buona dieta è quindi un comportamento alimentare che ti vuole bene, rispetta la tua salute, la tua vita sociale, e riconcilia con la nozione di piacere.

 

tutti diritti noglu.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *