La dieta senza glutine con effetti di desocializzazione per i nostri bambini

Quale dieta per il mio bambino intollerante al glutine?

L’intolleranza al glutine è ancora mal diagnosticata e colpisce 1 bambino su 250. Conosciuto anche come celiachia, si tratta di una dieta a vita.

Da quando hai iniziato la diversificazione alimentare, il tuo bambino è quasi sempre  gonfio, ha la diarrea, è stanco e non prende peso. La celiachia (intolleranza al glutine dei cereali), anche se comune, non è sempre facilmente diagnosticabile. Questa malattia colpisce il tratto digestivo e provoca malassorbimento intestinale.

Identificare la celiachia

La sua identificazione precoce dipende dai sintomi. È relativamente facile quando osservato nei neonati dopo l’introduzione di farine nella dieta. È delicato nei casi di forme che non sono sintomatiche o non sintomatiche (carenza di ferro, rallentamento della crescita nei bambini di età compresa tra 3 e 12 anni, ritardo puberale negli adolescenti), mentre i segni digestivi sono assenti o moderati. La diagnosi si basa sul dosaggio di anticorpi contro la gliadina e anti-transglutaminasi. È confermato da una biopsia intestinale, eseguita per endoscopia in anestesia generale. È solo allora che la dieta  è messa in atto. Dove Sono esclusi tutti i prodotti contenenti glutine.

La dieta senza glutine per il tuo bambino

Cosa il vostro bambino non dovrebbe mangiare: pane, grano, segale, orzo o cereali d’avena, pasta, semola couscous, biscotti, dolci, pizze, hamburger, pangrattato, farina di grano.

Attenzione a certi prodotti industriali: salsa di soia, carni macinate che non sono “manzo puro”, salsicce, salse, brodi a cubetti, condimenti, zuppe…

È una grande fatica per i genitori perché  richiede tempo  e attenzione costante. per ad esempio, il controllo delle etichette. Fortunatamente, ci sono alimenti naturali senza glutine.

Quello che il vostro bambino ha il diritto di mangiare: carne alla griglia, verdure, frutta, uova, latte, mais, riso, grano saraceno, legumi, patate, tapioca…

La dieta senza glutine con effetti desocializzanti per i nostri bambini

I divieti alimentari sono difficili da capire e accettare per i bambini. Ci sono due periodi critici, L’ingresso a scuola, perché il bambino è soggetto a tentazioni quando vede i suoi amici mangiare torte, e si rende conto che delle volte non porta a sintomi immediati: e allora la domanda è naturale  perché lo stiamo privando?! Il secondo periodo riguarda gli adolescenti. Alcuni rinunciano alla loro dieta. Altri rimangono vigili, ma trovano difficile accettare questa dieta per tutta la vita, i cui vincoli hanno effetti desocializzanti.

A scuola, il bambino non può mangiare in mensa, deve essere istituito un progetto di accoglienza individualizzato. E andare in un campo estivo è difficile, proprio come pranzare al fast food con gli amici.

I rischi se si  abbandona il piano della dieta

Alla fine della crescita, ai giovani viene talvolta offerta una reintroduzione di prodotti a base di glutine per alcuni mesi seguito da una biopsia intestinale per dimostrare agli adolescenti che le anomalie osservate prima della dieta tornano.” L’abbandono prolungato del piano di dieta non è privo di conseguenze. Ci sono due principali tipi  di complicazioni: la crescita che stenta e i disturbi di mineralizzazione ossea.

ti potrebbe interessare anche:

intolleranza al glutine riconoscere i segni

Intolleranze che nessuno sospetta e che Ci fanno stare male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *